Monday, May 14, 2007

Torino Comics + Fiera del Libro #1
sulle critiche e le polemiche



I left the Wolvie post for more days, just because I was in Torino Comics during the past days, so I had no time to write. Torino Comics this year joined to Fiera Internazionale del Libro di Torino, which is the biggest editorial event in Italy. This could sound good or just inevitable, if you consider how comics affect book and movies nowadays.
The sad part of this is that in Italy comics are not so considered as other kind of literature and culture. And the organisation of Torino Comics paid the worst fee.
The convention took place in an external pavilion, outside the Lingotto building. The worst thing was that there were no air conditioned system inside the pavilion. So the temperature was hot and it was very difficult to work inside.
All the publishers and people of Torino Comics complained and many journalists wrote bad news about this.
I can tell you that even if the Con had problems, nobody can tell it wasn’t a successful event. It was plenty of conferences and signing sessions with people like Gabriele Dell’otto.

After all the quarrelling, the chief of Fiera del Libro declared that in the next year Torino Comics would probably take place in Oval next to Lingotto building. That one was the skating place during Winter Olympics and is a awesome space. I don’t know if the organization of Torino Comics will be so happy to repeat the experience. I can admit that probably, the Oval solution could change everything.
We’ll see.

Anyway, I want to thank Vittorio Pavesio and his colleagues Silvano and Mauro, because despite the problems I enjoyed the Con so much. I know that they really fought tooth and nails for this project and I support their courage and their willing to solve all the problems that came up. Comics deserve the same respect as all the other kind of literature and art.

In the next posts I’ll let you know all the things that happened to me in this awesome and breathless convention.
Stay with me ;-D



Ho lasciato il blog un po’ di giorni in sospeso, perchè risucchiato dai giorni di Torino Comics e della Fiera del Libro. All’inizio ho pensato di fare un po’ il “citizen journalist” ma avevo voglia di vivere la situazione, senza pensare di scriverci sopra di continuo.
È inutile raccontare cosa siano la Fiera o Torino Comics. Tutti quelli che ci sono stati sanno quanta gente di solito li frequenta. La novità di questa edizione è stata la fusione delle due kermesse, in un unico evento al Lingotto di Torino. Tra chi lavora nei fumetti in molti erano gli scettici, ma ancora di più erano quelli elettrizzati dall’idea di poter usufruire dell’attenzione della Grande Fiera.
Considerando poi quanto il fumetto stia influenzando il cinema e molti generi di letteratura, non ci sarebbe davvero da stupirsi per questa unione.
Purtroppo Il fumetto non gode ancora del rispetto e dell’attenzione che merita, da parte del mondo librario in genere. E questa idea del parente di cui ci si vergogna un po’ ha portato ai vari casini di cui si è ampiamente letto per giornali, blog e siti.
In realtà il vero grosso problema è stato legato allo spazio che è stato lasciato a Torino Comics. Una grossa tensostruttura (vedi alla voce “tendone” per i non addetti :-) costituiva il padiglione 4 dedicato ai fumetti. Di per sé la cosa non mi è sembrata così problematica: Lucca e Angouleme sono ospitate in strutture simili.
Quel che ha veramente messo in difficoltà l’evento è stata la mancanza di aria condizionata. Il calore nel tendone era veramente alto e per coloro che ci hanno lavorato con fatica la sopportazione era ovviamente un po’ compromessa. Espositori ed editori sono insorti e hanno trattato con la direzione della Fiera del Libro a suon di lettere e petizioni.
Anche il fattore pubblicità è stato fonte di lamentele, poiché sia in fiera, sia fuori da essa, le informazioni sulla kermesse del fumetto non sono state considerate sufficienti.

Nonostante questi problemi, credo di non essermi mai divertito tanto ad una fiera come a questa edizione di Torino Comics.

Proprio per questo ho trovato alcune lettere e critiche, per quanto in molti casi legittime, drammaticamente eccessive. Quella che ho apprezzato meno è stata quella di Schiavone su Comicus. Mi ha infastidito particolarmente perché in un paragrafo ha preso la crew di Vittorio Pavesio come capro espiatorio, cosa che hanno cercato di fare in tantissimi.
La critica, rivolta a Silvano e a Mauro dello staff è stata fatta con toni eccessivi. Considerando che tutto il team ha lottato semmai con la direzione della Fiera del Libro, veri casinari e creatori di guai.
Vittorio, Silvano e Mauro hanno tenuto duro, hanno messo tutte le loro energie in questo progetto ambizioso e hanno sofferto come tutti dei disagi che ci sono stati. Hanno ascoltato le esigenze di editori ed espositori ed hanno lavorato perché ci fosse un miglioramento in corso della cosa.
Un’accusa così calda, benché fosse in tema con le temperature degli stand, mi è sembrata un tantino irrispettosa di persone che hanno lavorato sodo in ogni singola fase di questo progetto e di tutte le passate edizioni.

Le petizioni tuttavia hanno smosso le acque. Così negli ultimi giorni è arrivata dai vertici della Fiera l’aria condizionata e dall’Intervento Divino la pioggia e il vento.
Intanto la direzione, che non pensava di ricevere così tante polemiche, ma anche così tante visite per i fumetti, ha proposto di utilizzare i locali dell’Oval per la kermesse del prossimo anno.
Bisogna ammettere che avere Torino Comics all’Oval sarebbe una figata pazzesca. Tuttavia, ritengo difficile che senza questa soluzione si possa in qualche modo tenere unite le due manifestazioni.
Il fumetto merita rispetto e dignità e se il resto del mondo dell'editoria non vuole concederglielo, allora meglio soli che mal accompagnati.

Detto ciò, rinnovo i miei apprezzamenti a Vittorio Pavesio, a Mauro e Silvano. Come ho già detto è stata l’edizione che mi è piaciuta di più, per la densità di ospiti e appuntamenti. (Intanto su qualche blog Pavesio ha cambiato nome...)
Nei prossimi post vi racconterò le mie avventure in questa kermesse al cardiopalma!

Stay With ME Space Cowboy!

10 comments:

DaNi said...

Peccato per tutto ciò. Mi sono divertito moltissimo anch'io, caldo e casini a parte. La "fiera" è nulla senza controllo. Ma non lo ha detto il Tronchetto (e meno male!!!)
;)

Anonymous said...

Ciao, oltre che carino sei anche molto bravo... ;)

Lucy
(una che ogni tanto ti incrocia all'università...)

Fabrizio said...

@ DaNi:
Io continuo a ribadire che il livello di divertimento è stato altissimo. Purtroppo la mail di Schiavone a Comicus l'hanno copiata e incollata su diecimila blog e siti, inficiando comunque il nome della manifestazione.
Ma puoi giudicare così in fretta?
E poi è stato un esperimento, qualche casino può sempre succedere.
BAH!
W Torino Comics

@ Lucy:
Thank-you 1000 girl. Ma all'univ sono spesso abbastanza arruffato e centrifugato :-D

Icarus said...

It makes me think of how the Feira do Livro de Lisboa, which annually runs for one month (now) in the open air in a central Lisbon park, is an amalgam of everything published. So comics actually have a very large presence, with a lot comic publishers having kiosks every year. I don't know if there are other specific conventions, but probably.

Kai C. said...

very cool!
:-]

Bones said...

I love Gabriele Dell'otto's stuff! Very cool man.

Anonymous said...

per la cronaca...c'erano anche i libri antichi quest'anno insieme a torino comics e fiera del libro!!! :-)))
Ele

Fabrizio said...

Lo so, lo so. Il fatto è che ai libri antichi è girata pulita pulita per l'aria condizionata.
Ai fumetti invece l'hanno fatta proprio sporca!

SIGH!

Fab

david santos said...

It places fhoto of Madeleine in your bloggue


Missing Madeleine!
Madeleine, MeCann was abduted from Praia da Luz, Portugal on 03/03/07.

If you have any information about her whereabouts, please contact Crimestoppers on 0800555111 Please Help

Anonymous said...

che culo incontrare gabriele dell'otto.. spero ti abbia contagiato un po' di talento!! a me è andata male. solo federico moccia venerdì pome.. ah! se ti converti a netlog.com vieni a trovarmi a fammi sapere che ne pensi dei miei schizzi (per ora sono due, non ho mai tempo!!).. va bene?? la galleria è qua: http://it.netlog.com/franknfurter/photo.. grazie e ciao. ALE.