Tuesday, December 30, 2008

Il Freddo al posto del Caldo



Io e la Gis siamo al mare. Noti rettili torinesi, amiamo rifugiarci lontano dalle piste da sci, alla ricerca di un po' di tepore.
Ahimè i demoni condominiali tramavano ai nostri danni.
L'ultima delibera del condominio estivo ha ucciso il riscaldamento della casa. Si va per mezzi autonomi. Per risparmiare, dicono.
Noi stiamo lottando contro i ghiaccioli appesi al culo, in una località in cui lo svernamento è praticato da secoli per via del clima mite.
Vorrei averceli tra le mani, i condomini...

Se tutto va bene, il primo partiamo per Carcassonne.
Sperando che non ci spediscano coi surgelati...



EDIT:

vi presento il tecno-totem che ci sta salvando la vita.




La sera ci chiudiamo in bagno e restiamo al Suo cospetto, facendoci irradiare dalla sua energia benevola.
Benvenuti nel neopaganesimo...

Wednesday, December 24, 2008

Chili Xmas

Monday, December 22, 2008

Tuttifutti



Eating fruits is very important.
So, even if Elvis' shop is among the best, I prefere Little Richard's one... ;)



Mangiare frutta è importante.
Quindi, anche se il negozio di Elvis è sempre tra i migliori, io servo alla bottega di Little Richard... ;)


Cosa faceva Dexter alle elementari?




Se ve lo siete sempre chiesti, ora c'è finalmente una risposta.
Facebook diventa più interessante di giorno in giorno.
A livello antropologico...

Saturday, December 20, 2008

La zoccola azzurra del west


Friday, December 19, 2008

Say no to dirt! ;)

Wednesday, December 17, 2008

La Scimmia del New Weird




In una recente news, Fantasy Magazine esplora l'emergere di un nuovo sottogenere del fantastico. Il New Weird.

Riporto dall'articolo:

"il New Weird è caratterizzato dalle ambientazioni relistiche, complesse e spesso urbane dove manca il romanticismo e il senso del meraviglioso come si trovano nel Fantasy tradizionale; abbondano invece elementi surreali e bizzarri, spunti horror e fantascientifici, elementi inquietanti che mirano a disorientare o a mettere a disagio il lettore, ma allo stesso tempo a solleticarne il gusto per l'eccentrico"

Ecco, a me questa nuova salsina narrativa fa già vibrare le antenne...
L'articolo di FM dice che in Italia di questa roba se ne trova ancora poca.
Ma loro considerano il giro editoriale, senza prendere in considerazione il sottomondo blogghifero.
Io invece un New Weird italiano saprei indicarvelo.

E' Hanuman, di cui avevo già parlato tempo fa.

Credetemi se vi dico che il suo blog narrativo è veramente insolito e interessante in ogni post.

Gli manca solo una cosa.
Il riassunto delle puntate precedenti. Perchè come in ogni buona serie, quando ti agganci ad opera già in corso o ti perdi qualche capitolo, non riesci più a riagganciarti.
Ora fate una cosa.
Andate sul blog di Hanuman. Divertitevi con il sottotitolo e immergetevi nella lettura di qualche post.
POI, tormentatelo chiedendogli di fare il riassunto e metterlo nella sidebar.

La sua risposta, probabilmente, sarà qualcosa tipo: "Alan Moore non le fa mai queste cose!"
A quel punto ditegli che Alan Moore, per quanto sia un genio, è pure un barbuto rompicoglioni...

Non vi rubo più tempo. Andate subito a leggere.
Poi fate due preghiere davanti al volume di Watchmen e pentitevi di aver bestemmiato il barbuto...




Tuesday, December 16, 2008

Cameron




She's Hot
She's Bulletproof
She even speaks Governatorish ("Come with me if you want to live")
.

If they programmed her to make love, not only war, it's the end of the Real Dolls...
:D



E' gnocca
E' antiproiettile
Parla persino Governatorese ("Vieni con me, se vuoi vivere").

Se l'hanno programmata anche per fare l'amore, oltre alla guerra, è la fine delle Real Dolls...
;D





Saturday, December 13, 2008

Villa Diodati a Bordighera




Nell'estate del 1816, a Ginevra, il tempo non fu molto clemente con i turisti.
Si dice che piovve incessantemente, costringendo i vacanzieri a starsene chiusi in casa per giorni.

Mary Shelley e suo marito Percy erano giunti in quella località per fare visita ad un amico comune: tale George Gordon Byron, Lord per gli amici.
Con loro viaggiava la sorellastra di Mary, Claire, che aveva avuto una liaison con il sopracitato George.
Che Lord Byron fosse un tipo passionale è cosa risaputa. Non ha caso sarebbe poi stato l'autore di un certo Don Juan. Claire era rimasta incinta e il soggiorno era stato organizzato anche per decidere il destino della creatura.


Per il nobile poeta i soldi non erano un problema.

Alloggiava nella villa di una storica famiglia nobile di Lucca, i Diodati
. Non solo, aveva al suo servizio un medico, John Polidori, che lo accompagnava nei numerosi viaggi in Europa. Anche John era di origini italiane. Pare che suo padre fosse stato persino il segretario di Vittorio Alfieri e avesse deciso di emigrare in Inghilterra per ragioni politiche.

Fu così che questa bella combriccola si trovò riunita durante una delle peggiori estati che la Svizzera possa ricordare.
Temporali, seguiti da acquazzoni, seguiti da altri temporali.
Ora è ben noto che nei giorni di pioggia si debba trovare qualche passatempo e nel 1816 la playstation non era nemmeno immaginabile.
Per curare il giramento di pollici, lessero ad alta voce alcuni brani dall'antologia dell'orrore in tedesco Phantasmagoria.
La cosa non dovrebbe sorprendere proprio nessuno. Basti pensare che Mary e Percy si confessarono il loro amore al cimitero di St. Pancreas, davanti alla tomba della madre di lei. Altro che Twilight...

Tra un lampo e un ectoplasma, il sempre frizzante Lord Byron decise di alzare la posta in gioco per eliminare la noia. Propose ai vari ospiti di scrivere una storia di fantasmi.
Fu così che, grazie ad un'estate rovinata, Mary Shelley e John Polidori ci regalarono, Frankenstein e Il Vampiro.


Bene. Perchè vi ho raccontato questa lunghissima pappardella, che avreste potuto tranquillamente cercarvi su Wikipedia?

Facciamo un salto di quasi duecento anni.
Bordighera, estate 2008, di gran lunga più assolata di quella del 1816.
Io e la mia girlfriend stiamo trascorrendo lì le vacanze.
Da non molto è stato pubblicato il bando di Sanctuary e noi fremiamo dalla voglia di partecipare.
Tra una rosolatura corporea sulla spiaggia e uno spuntino al Baretto, si discutono idee, si elaborano plot, si scrive e si disegna col caffè.
I racconti che hanno permesso a me e a Gis di classificarci come finalisti sono nati lì.
E qui arriviamo al sodo. Voi crederete, a questo punto, che io abbia costruito tutto il post per fare un'implicita analogia letteraria.
E invece no.
Perchè, io lo so che le nostre opere non hanno la stessa qualità dei capolavori di Polidori e Shelley.
Ma il punto non è quello.

Il punto è che NOI almeno un po' di sole l'abbiamo preso!
Eccheccavolo, conta anche questo, no? :P



Thursday, December 11, 2008

OH MY GOD






















Ho vinto Sanctuary.
Oppure è il più grande pesce d'aprile della storia... :D

Chi non sa di cosa sto parlando, guardi qui
Momentogodimento



Con tutti i post che Cristiana mi segnala da Cooletto, questa è solo una logica conseguenza!
Per tutti i lettori maliziosi che non pensano ad altro...!

Hiihihihihih! ;)

Wednesday, December 10, 2008

Ri-Neve





A Torino è ri-neve a distanza di pochi giorni. E mi sa tanto che questa non si scioglierà subito come l'altra.
Aggiungerei che:

  1. Stamattina ero molto contento per la neve e ho fatto la mia snow playlist. Che comprende "Blackout" dei Muse, "Stand My Ground" dei Within Temptation e "Don't Cry" dei Guns.

  2. Sono all'università e mi rendo conto che è davvero da troppo tempo che vivo in apnea. "Ciò non è buono", direbbe la mia ragazza

  3. Il concorso di Sanctuary ha finalmente un vincitore. Ma non si sa ancora chi sia. Spero che nel cestino ci sia un po' di gente allegra, almeno...

  4. Stamattina ero contento sì, ma adesso sono un po' scazzato e spero che mi passi in fretta.

  5. Stasera ordino l'artbook di Kung Fu Panda e la guida alla sceneggiatura di Denny O'Neil. Tutta Buona Roba Per La Mia Tesi.

  6. Ritorno alle Area Light di Blender e alla Global Illumination...






Tuesday, December 09, 2008

Ladyboarding?



Fenomenale campagna virale della Oregon Scientific per la loro nuova action cam.
Surfare sui prati con un abito da sposa e una barba di 20 cm può essere straordinariamente liberatorio. Provare per credere con l'advergame.
Astenersi fighetti depilati... ;)



Saturday, December 06, 2008

Bei Tempi...



Thursday, December 04, 2008

Appunti


Wednesday, December 03, 2008

Violet Tomato

Yeah. They created a gmo violet tomato to prevent cancer.
So, anybody could explain me what's the point?
I mean, I'm not stupid, I know what the point would be...
But I also know that the great majority of cancers are caused by the worst choice in food and by all the chemicals used in intensive agricolture.
Mancozeb, Thiametoxan and all the rest of the happy family. A countless family.
Industry causes the illness and try to solve the problem with the same dumb mind.
Wouldn't be easier to let nature do her job? She had millions of years to improve her methods. We can trust her.

I just wait for the day when viloet tomatoes will be farmed intensively with pesticides.
Could you imagine? Cancer and cure all in one product! Surely a great marketing concept...


Sì. Hanno creato un pomodoro viola OGM per prevenire il cancro.
L'ha presentato pure Veronesi, anima santa.
Beh, qualcuno potrebbe spiegarmene il senso?
Voglio dire, non sono stupido, lo so anche io quale sarebbe il senso...
Ma so anche che la maggioranza dei tumori è causata da cattiva alimentazione e dalle sostanze chimiche usate nell'agricoltura intensiva. Mancozeb, Thiametoxan e tutto il resto dell'allegra famiglia. Numerosa, per altro.
L'industria causa la malattia e pensa di trovarne la cura con lo stesso sciocco modo di pensare.
Non sarebbe più facile lasciare che la natura faccia il suo lavoro? Ha avuto milioni di anni per testare i suoi metodi. Possiamo pure fidarci.

Aspetto di vedere il giorno in cui i pomodori OGM viola saranno coltivati intensivamente con i pesticidi.
Ve lo immaginate? Il cancro e la cura insieme nello stesso prodotto! Sarebbe davvero una grande idea di marketing...

Sunday, November 30, 2008

Fuori Strada



Un altro digital comic, questa volta sul tema dell'etica nel lavoro.
Ampliate la grandezza dello schermo, per gustarvelo al meglio... ;)

Wednesday, November 26, 2008

Batman 681. End of RIP saga. Spoiler and theories...








Obviously it's not. I've read the issue and it's probably the best of Grant Morrison's run. The Scottish writer shows all the gifts of his storytelling ability. All the small evidence he inserted since "Batman and Son" sum and intersecate in this final chapter. Just to say what everybody knows.
Batman is the final badass. ;)

Anyway, now theories are spreading. Morrison said that Batman's fate will be explained in the last issues of Final Crisis.
But I'm not buying the story that Batman (as Bruce Wayne) will die. There are really too much economic reasons that assure this.

Anyway, spoiler ahead. Just select the text to read.

The Black Glove is a secret organisation of rich and twisted people who gamble on corruption of souls and homicide. Doctor Hurt, the chief of the evil Black Glove in RIP, tells Bruce Wayne he's his father. The beloved Thomas Wayne who faked death and created a mad plan to ruin his son.
But Bruce does not believe him and there are no clear evidences to prove it.
After being drugged and mind-manipulated, Batman hunts the foe 'till a larger than life explosion, where everybody disappear.
Is this the terrible revelation that Dan DiDio promised?

No, I don't think so.

All the most shocking stuff is in a really unsettling final page, where we see the few minutes before the Waynes were assassinated.
Bruce and his parents are sorting the cinema. Five shadows behind them, four on the left and one on the right. Five fingers of the Black Glove? Bruce, excited, is talking about how cool would be to see Zorro in Gotham.
His father jokes and tells the son that people would probably throw Zorro in Arkham.
Zorro in Arkham, ZUR EN ARH, the keyword that trigger mind manipulation in Batman.
Waiting, the dark shadow of Joe Chill, ready to kill.

Has the Black Glove played with the Wayne since the beginning of Batman mithology? Probably ordering Bruce's parents murder? Trying to spoil the boy's virtue?
Is Batman the evidence of the failure of an old plan of the Black Glove?
Or was Batman created by it?

Anyway Batman is not dead yet. And the misteries about his past are still to discover...


E' la fine per il Crociato col Mantello? Ovviamente no.
Il numero di cui tutti parlano è probabilmente il migliore di tutto l'attuale corso di Grant Morrison. Lo scrittore scozzese mostra tutte le sue abilità di narratore.
Tutti i suggerimenti inseriti da "Batman e Figlio" confluiscono in questo capitolo finale. A ribadire ciò che tutti sanno.
Che Batman è il più bastardo che c'è! ;)

Adesso le teorie si sprecano. Morrison ha detto che il destino di Batman si vedrà nell'ultimo numero di Final Crisis.
Ma io non me la bevo la storia che Batman (inteso come Bruce Wayne) morirà. Ci sono troppi motivi economici che ce lo assicurano.

Adesso fino alla fine SPOILER. Selezionare per leggere.
otto

Il Guanto Nero è un'organizzazione segreta di ricchi folli che scommettono sulla corruzione degli spiriti puri e sull'omicidio. Il D
r Hurt, il capo dell Guanto Nero in RIP, rivela a Bruce di essere suo padre. L'estinto Thomas Wayne che ha finto la propria dipartita ed escogitato un piano folle per rovinare il figlio.
Bruce non gli crede e non ci sono prove schiaccianti che possano testimoniare il fatto.
Dopo essere stato drogato e la sua mente manipolata, Batman segue il suo nemico, fino ad uno scontro che termina con l'esplosione di rito in cui tutti rimangono dispersi.
E' questa la terribile rivelazione promessa da Dan DiDio?

Non credo proprio.

Le cose più sconvolgenti si svolgono nella tavola finale.
Un flashback che ci riporta a pochi minuti prima dell'assassinio dei coniugi Wayne.
Bruce e i genitori escono dal cinema, dopo aver visto Zorro. Dietro di loro le ombre di cinque persone. Quattro a sinistra ed una a destra. Le cinque dita del Guanto Nero?
Bruce gioca e dice che sarebbe figo vedere Zorro tra le strade di Gotham.
Il padre scherza e dice che probabilmente, se Zorro arrivasse in città, lo rinchiuderebbero ad Arkham.
Zorro in Arkham, ZUR EN ARH, la parola chiave che attivava la manipolazione mentale di Batman.
In Attesa, l'ombra di Joe Chill, pronta ad uccidere.

Che il Guanto Nero abbia giocato con la famiglia Wayne fin dall'inizio del mito di Batman? Magari ordinando l'omicidio dei genitori di Bruce?
Che Batman rappresenti il fallimento di un vecchio piano del Guanto Nero?
O che addirittura abbiano creato l'Uomo Pipistrello?

Batman non è ancora morto. E i misteri sul suo passato sono ancora tutti da scoprire...

Monday, November 24, 2008

Sentirsi sgorbions almeno una volta nella vita...



Macero nell'influenza.
Sì, un'altra volta. Che culo, eh?
Così, mentre aspetto che un qualche palazzinaro smobiliti il cemento che ho nel naso (e mi faccia passare questo mal di testa osceno) mi do al Grande Cinema...


Argh...!

Friday, November 21, 2008

Ultimate Cameo

Thursday, November 20, 2008

Resident Evil: Degeneration




*ENGLISH*
Hiroyuki Kobayashi
was one of the main guests of the Convention of Turin.
Involved in some of the most successful Capcom projects of the last years, we can find his signature under Dino Crisis, Devil May Cry and - of course - Resident Evil.

This time he presented the upcoming "Resident Evil: Degeneration" a complete computer graphic movie on the franchise.
It was in autumn 2006 that the project was brought to life. The distributor Sony Pictures offered a collaborative partnership to the japanese software house, after the great success of Milla Jovovich's movies all around the world.
The director of Degeneration is Makoto Kamiya, a special effects specialist, while the
script is written by Shotaro Suga, famous for his work on ‘Ghost in The Shell: Stand Alone Complex’.
Production is by Digital Frontier who is literally one of the frontiers of introducing Full CG films into the major screens with the ‘Appleseed’ and ‘EX Machina’.
The movie was rendered by XSI software.


Seven years after the disaster of Raccoon City, the T-Virus spreads again.
Claire Redfield and Leon Kennedy will reunite to fight the horde of zombies and prevent a new disaster.
All the fan of the videogame saga, especially those of the second chapter, will surely enjoy the product.

Check out the official site.
At the end of the post you'll find the trailer and the first 8 minutes of the movie.
"Resident Evil: Degeneration" will come out on
30th december 2008


*ITALIANO*
Hiroyuki Kobayashi è stato uno degli ospiti più importanti della convention di Torino.
Coinvolto in molti dei migliori progetti Capcom degli ultimi anni, ha messo la sua firma su produzioni del calibro di
Dino Crisis, Devil May Cry e - ovviamente - Resident Evil.

Questa volta si è trovato a presentare "Resident Evil: Degeneration", un nuovo film in uscita realizzato completamente in computer grafica.
Il progetto è iniziato nel 2006, quando la Sony Picture ha proposto alla casa giapponese una partnership, grazie al successo mondiale dei film con Milla Jovovich.
Il regista è
Makoto Kamiya, un veterano degli effetti speciali, mentre lo script è di Shotaro Suga, famoso per aver lavorato a ‘Ghost in The Shell: Stand Alone Complex’.
La produzione del film è stata realizzata dallo studio Digital Frontier, specializzato nelle trasposizioni in 3D sul grande schermo con lavori quali Appleseed ed ‘EX Machina’.
Il software utilizzato per i render è XSI.

Sette anni dopo il disastro di Raccoon City, il T-Virus si diffonde di nuovo. Claire Redfield e Leon Kennedy dovranno riunirsi per combattere nuove orde di zombie e sventare una catastrofe imminente.
Molti i riferimenti alla trama del videogioco, in particolare al secondo capitolo. I fan della saga lo troveranno sicuramente gustoso.


Qui trovate il sito ufficiale.

Intanto potete gustarvi il trailer e i primi 8 minuti del film.
"Resident Evil: Degeneration" esce il 30 dicembre 2008





Tuesday, November 18, 2008

View Conference 2008 - Prince of Persia




Last week Torino was a temple for new digital imaginary

View, the International Computer Graphic Conference, took place in the Olimpic City of Design. A four days focus on the state of the art of digital entertainment.
Lots of international guests, coming from movie and videogame industry.

I was there on thursday 13 and friday 14 and I'll tell you some of the astonishing things I saw.
Let's just start...!

La scorsa settimana Torino è stata il tempio del nuovo immaginario digitale.
View, la Conferenza Internazionale della Computer Grafica, si è svolta nella Città Olimpica del Design. Quattro giorni di focus sullo stato dell'arte nel divertimento digitale.
Tanti gli ospiti internazionali, dal mondo del cinema e dei videogiochi.

Io sono stato là giovedì 13 e venerdì 14 e vi racconterò un po' delle cose che ho visto.
Si va in scena!


Prince of Persia
A new astonishing chapter of the fantasy saga
Un nuovo emozionante capitolo della saga fantasy



Matthew Clarke, the young Lead AI Programmer presented an insider's look at the new episode of the franchise.
After the succesful "Sands of Time Trilogy", the adventures of the Prince turn to a new visual direction. The look is inspired by classic stuff like "Zelda", with a darker taste similar to "Final Fantasy VII: Advent Children" and "Hellboy".
Clarke explained that Ubisoft wanted to create a very different product from "Assassin's Creed". So the magical and fairie-tale feeling was a very important feature that all the crew developed.
And the final renders really reproduce an amazing "painted" world.


Matthew Clarke, giovane Lead AI Programmer ha presentato le nuove caratteristiche del prossimo episodio della saga.
Dopo il successo della "Trilogia delle Sabbie del Tempo", le avventure del Principe virano verso una nuova direzione visiva. Il look si ispira a classici come "Zelda", senza perdere un certo gusto dark, simile a "Final Fantasy VII: Advent Children" e "Hellboy".
Clarke ha spiegato come la Ubisoft volesse creare un prodotto molto diverso rispetto ad "Assassin's Creed". Di conseguenza, l'atmosfera magica e da fiaba sono state alcune delle caratteristiche più importanti sviluppate dal team.
I render finali riproducono infatti un mondo stupefacente, che sembra davvero "dipinto".




The biggest news are obviously on Elika, the new female character of the saga.
She's a beautyful young girl that will constantly interact with the Prince, providing magical help and building awesome acrobatic combo during the fight.
There will be changes in the gameplay, in comparison to the last chapter. Forget all the time-controlling-tricks. We won't manipulate time stream anymore.
But don't be sad: Elika will make you forget all the old stuff.
There will not be just one path to achieve objective, but the player will be able to choose his own way. You can spend more time in exploration, going through more areas, or decide to be more focused.
The controlling system is easy and user-friendly. The studio designed it to give a "pick up the pad and play" feeling.


Le novità più grosse riguardano certamente Elika, il nuovo personaggio femminile della saga.
Si tratta di una giovane donna che interagirà con il Principe lungo tutto il gioco, aiutandolo con la magia e realizzando con lui spettacolari combo acrobatiche nei combattimenti.
Ci saranno cambiamenti nel gameplay, rispetto agli episodi precedenti. Dimenticatevi tutti quei trucchetti per manipolare l tempo. Storia antica. Ma non c'è da essere tristi. Infatti l'aiuto di Elika non vi farà rimpiangere le vecchie magie.
Nel portare a termine gli obiettivi non ci sarà un unico percorso. Al contrario, potrete scegliere i livelli da attraversare, esplorandone di più o seguendo la via più breve, in base al vostro stile di gioco.
Il sistema di controllo è stato studiato in modo da essere il più user frendly possibile. Qualcosa tipo "prendi il pad e gioca", cercando di ridurre al minimo i tempi di apprendimento delle azioni.



Just give a look at the official URL of the game, as a spectacular motion comic introduce you to the beginning of the story...

Infine vi rimando al sito ufficiale del gioco, che introduce l'inizio della storia con uno spettacolare motion comic...


Monday, November 17, 2008

Nida




The intriguing villain from "The Dragon Girl" novel by Licia Troisi.
Yesterday Licia was here in Turin, for a book presentation and I gave her the sketch.
Markers, acrilics and a little bit of photoshop.


La magnetica villain de "La Ragazza Drago", in tutta la sua cattivissima-cattiveria-cattiveriosa!
Pantone, acrilici e un po' di pornoshop, chè non fa mai male a nessuno.

Ieri Licia e Giuliano erano a Torino. S'è fatto appena in tempo a fare due chiacchiere con loro, salutare Val ed Eleas e infine accompagnare la coppia fantasy a Caselle. Un'altra panda missione portata a termine.

AH! Si sta Sempre sul filo del rasoio!!


Intanto sono tornato. La mini-pausa ha giovato alla testa e al cuore. E colgo l'occasione per rispondere a chi ha lasciato messaggi mentre ero via...

@ Val, Impo, Baol 'n' Fed: grazie dell'attesa, gente, come vedete i risultati sono giunti. Che sia stata la protezione di Mad Dog? ;)

@ Thirrin: sarei davvero onorato di farti da cover artist. Ma ho troppa carne sul fuoco al momento. Non posso darti la mia disponibilità prima del 2009.

@ Vittorio: no problem. Sei autorizzato a scaricare il template e ad usarlo cambiando la firma ;)


Tuesday, November 11, 2008

Comunicazione di servizio

Monday, November 10, 2008

Smallville



Le avventure del piccolo SuperSilvio...

Saturday, November 08, 2008

Facebook Anthem



They're sooo right...!

Ma quanto hanno ragione...!

Thursday, November 06, 2008

Dear american readers,





I know it is hard to believe.
But there is still some good sense in Italy and in its people.

We are not ALL as dumb as him.

Really...
.
.
.

Wednesday, November 05, 2008

Brand New Day









Makayala Minett, 7 years old; Grant Park in Chicago

Picture by Times online


.
.
.
.
.

Tuesday, November 04, 2008

Fumetti in TV, fumetti sull' iPhone




Il passato e il futuro.

Must try



Clever and effective

Questa la devo provare...

Monday, November 03, 2008



"The change we can believe in"

Sunday, November 02, 2008

.
.




Ho archiviato Sanctuary.
Adesso ricordatemi di dimenticarmelo fino a quando non verranno pubblicati i risultati... ;)


Photo by Flickerstate

Thursday, October 30, 2008

S per Scuola




Tanti, tantissimi, di più...

Intanto, una bella riflessione sugli scontri di ieri, in Piazza Navona, la trovate QUI.

A seguire, invece, un po' di foto della manifestazione a Torino, grazie ad Ambro Solution












.
.
.

Monday, October 27, 2008

Lucca. Qualcosa di mio



Il titolo potrebbe suggerire un post sentimentale e intimista nei confronti della Fiera del Fumetto.
Niente di più lontano.
Anzi, annuncio: a Lucca quest'anno non ci sarò. Sto senza il becco di un quattrino e ho un bel po' di impegni per la tesi. Nonostante mi dispiaccia parecchio, sono costretto a rinunciare.

MA...

Qualcosa di mio a Lucca ci sarà. Per la prima volta.
Troverete una mia illustrazione
su Mono #5, nella pagina dell'editoriale.
Per quelli che non sanno cosa sia, cito dal BLOG :

"Mono è una rivista monotematica antologica, che affianca l’arte sequenziale all’approfondimento critico.
Mono è una rivista composta da monotavole originali autoconclusive disegnate da una squadra di autori di primo piano"

Creata da Marco Rizzo e Sergio Algozzino, per la casa editrice Tunuè, Mono ha ospitato singole tavole dei migliori autori italiani di fumetti e di validi esordienti.
Giusto per farvi un elenco, a spanne:

Roberto Recchioni, Carmine Di Giandomenico, Ausonia, Giorgio Pontrelli, Ivo Milazzo, Luca Boschi, Riccardo Burchielli, Corrado Mastantuono, Giuseppe Camuncoli, Alessandro Barbucci, Davide Gianfelice, Luca Enoch, Diego Cajelli, Lorenzo Bartoli, Paola Barbato, Marco Turini, Roberto Diso, Daniele Caluri...

E sono solo quelli che mi ricordo. Ce ne sono molti altri.
Su ogni numero di Mono, trovate Monotavole di almeno una trentina di autori.

Per Mono # 5 - il cui tema è "Passione" - è stato indetto un contest a cui hanno partecipato decine e decine di esordienti.

Insomma, Mono rulla.





La cover del numero che troverete a Lucca è firmata da un giovane e sconosciutissimo esordiente, che porta il nome di Milo Manara.
Di solito, sul nostro pianeta, l'editoriale è una o due pagine dopo la copertina.
ERGO, sto dietro al Manara Nazionale.
(Fatevi un'idea delle mie condizioni psico-fisiche... ^__^ )


Troverete Mono allo stand E 50, quello appunto della Tunuè. Giusto per essere precisi, esattamente davanti egli stand di Alex Ross Art e Simone Bianchi, nel padiglione dedicato agli editori.
(Mmm... dietro Manara e davanti Simone Bianchi. Cos'è, fantascienza o un'ammucchiata?)

Per quelli che mettono mano alla calcolatrice, Mono costa sui 6,90 Euro. Magari penserete che per uno spillato sia caro, in confronto a quello che comprate di solito in edicola.
Tuttavia vi farei notare:
  1. Sette sacchi, per una rivista che ha tutta l'aria di diventare un cult, non sono davvero nulla.
  2. Quanti dei vostri 100% Marvel o Edizioni Absolute aiutano i bambini meno fortunati? Mono, grazie ad Intervita, sostiene l'adozione a distanza di un bambino peruviano. Scusate se è poco... ;)
  3. Infine, è la prima - e si spera non l'unica :P - illustrazione pubblicata dal sottoscritto per una casa editrice seria


Ma che volete di più?
(una preview...? )


.
.
.

Saturday, October 25, 2008

La Demo-narcolessia colpisce ancora



"Un Gioco da Ragazze" censurato ai minori di 18 anni. L'intera, assurda storia QUI. Fatela girare...
Tutti uniti nel cordoglio...




Per gentile concessione di Erica, che ha scattato la foto nella sede Alenia del Politecnico di Torino.
Se la DEforma della scuola passerà, gli studenti di Disegno Industriale, Progetto Grafico e Virtuale, Design del Prodotto Eco-Compatibile vedranno i loro corsi duramente colpiti.
E' drammaticamente possibile che la più avanzata scuola di design della città venga soppressa o privatizzata, proprio quando Torino festeggia il titolo di Capitale Mondiale del Design.

Intanto, mentre la Gelmini studia il modo per tirare il pacco alla conferenza prevista per martedì 28, il risveglio dalla Demo-narcolessia continua in tutta Italia.
E io mi trovo persino d'accordo con i Ciellini, fate voi:


"Non sarà un caso se uno dei Formigoni boys, Francesco Cacchioli detto "Bencio", responsabile della lista ciellina a Scienze Politiche, che incontro per i corridoi della Statale, dice: "Questa roba qui non è una riforma, è una completa idiozia, una serie di colpi di mannaia senza dietro alcun disegno politico"

Friday, October 24, 2008

Fallout Gelmini

Wednesday, October 22, 2008

Premier-book



Picture: "Have a Nice Day" by Banksy
.
.
.
.
Story of Stuff



Animation helps to focus on the mostly unknown (and very dangerous) steps of industrial production and consume. This will surely be part of my thesis research.
Enjoy the english version HERE.
Thanks to DaNi for the suggestion.


La Storia delle cose
L'animazione aiuta a scoprire gli aspetti poco conosciuti (e molto pericolosi) della produzione industriale e del consumo. Di diritto nella parte di ricerca della mia tesi.
Il filmato è in tre parti: qui trovate anche PARTE 2 e PARTE 3.
Grazie mille a DaNi per il suggerimento.

Tuesday, October 21, 2008

32-20





Monday, October 20, 2008

Un-sustainable Development





Sviluppo insostenibile...
.
.
.

Friday, October 17, 2008

Corto Maltese contro Capitan Findus



John Hewer è morto a marzo di quest'anno. Ai più il nome non dirà un bel nulla. E nemmeno con "Captain Birdseye" riusciremmo a risvegliare un lumicino.
Ma se dicessimo "Capitan Findus", allora sarebbe tutta un'altra storia.




John nasce nel 1922 a Leyton, Londra. L'infante non può nemmeno immaginare che un giorno diventerà il più grande ufficiale che la marina dei surgelati abbia mai conosciuto. Presto comincerà a calcare palcoscenici e pellicole. Lavorerà anche con una star del calibro di Julie Andrews. Ma quel piccolo fagotto di ciccia barbuta ancora non lo sa.
Tuttavia, nel 1922 un'altro marinaio solca le acque dell'universo finzionale.
Tra la Grecia, Venezia e l'Argentina, vive le sue avventure un altro coraggioso.
Un uomo romantico e intrepido, noto per essersi tagliato lui stesso, sulla mano, la propria linea della fortuna.




Avete capito, è proprio Corto Maltese.
Chissà se, prima di finire i suoi giorni nella guerra di Spagna, Corto sia mai passato da Londra? Avrà mai conosciuto il nostro caro Capitan Findus da bambino? Che possa essere stata una figura ispiratrice per l'ufficiale dei bastoncini di pesce?

Purtroppo non lo sapremo mai, perchè a nessun è venuto in mente di chiederglielo, prima che ci rimettesse l'impanatura.

Ma quello che non tutti sanno, è che Capitan Findus e Corto Maltese sono a tutti gli effetti contemporanei. Già, perchè l'anno in cui venne trasmesso il primo spot del nostro testimonial Birds Eye era lo stesso in cui fu pubblicata "Una ballata del mare salato".
Era il fatidico 1967.
E quindi i Nostri erano coetanei. L'avreste mai detto? E ora che ho tagliato l'oscuro velo della verità, non vi sentite più felici?
No?
Amen.

Con maggiore probabilità, vi starete chiedendo quale sia il quid di questo post disturbato. Ebbene, posso dirvi che la colpa va interamente ai blogger Valberici e Imperatore Bianco. Difatti, nei commenti del post precedente, essi hanno innocentemente posto un goliardico parallelo tra le due figure.
Non potevano immaginare che io avrei colto l'occasione, scrivendo un intero post di PURO NULLA.
Come dice Recchioni, "ci sono un sacco di sciroccati in giro..."

Gli stessi che ora non potranno fare a meno di immaginasi Hugo Pratt, che disegna Corto masticando la croccante impanatura di un bastoncino di pesce...






P.S.: un sondaggio ci dice che nel 1993 Capitan Findus era - in Gran Bretagna - il capitano più riconosciuto dopo James Cook.
Se la cosa vi fa ridere, pensate allo stesso sondaggio qui in Italia e chiedetevi quale sarebbe il nano più riconosciuto dopo Brontolo...
.
.
.
Captain America...





...or Captain Findus?


Deleted scene from "The Incredible Hulk", showing the super-soldier frozen in the North Pole

Wednesday, October 15, 2008

Adventures of Mark Twain



Not so well known fantasy toons, realized in 1985 by the same author of The California Raisins. This sequence is kind of creepy...

Film quasi sconosciuto in Italia. Realizzato nel 1985 in stop motion dall'autore delle California Raisins. Un esempio di come l'animazione possa essere poetica e non dedicata solo ai bambini.

Tuesday, October 14, 2008

A Friend Is A Treasure ;)











.
.


.
.
.