Wednesday, February 13, 2008

Non sono per nulla tranquillo...



Tra le cose strumentalizzate, durante questa inaspettata (ma eterna?!?) campagna elettorale, ce n'è una che proprio non mi va giù.
Questa storia della moratoria sull'aborto.

Non discuto sul fatto che ci possa essere una corrente cattolica e bendata che non vede di buon occhio (per forza, sono bendati...) la possibilità di abortire. L'argomento inizia a starmi stretto quando si leggono notizie come questa, in cui il Cavaliere Nero Nazionale aggiunge stendardi pericolosi sul suo carrozzone elettorale. Perchè pericolosi? Perchè sono fatti senza una vera e propria idea a sostenerli, ma per una pura questione di flussi di voti.
Qui si va a titillare le antenne degli ultracattolici per una semplice questua elettorale...

Ma lo stendardo contro l'aborto è pericoloso anche quando ci sono idee forti a sostenerlo. Basta vedere qui e qui cosa sia appena successo a Napoli. Non solo corriamo il rischio che si faccia una nuova caccia alle streghe, ma che ci sia anche un gruppo politico a sostenerla. A trasformarla in legge.
Un provvedimento che ci ricaccerebbe dentro ad un oscurantismo anacronistico.

In gioco c'è la libertà di scelta delle coppie e soprattutto delle donne. La libertà di scegliere sulla salute propria e del proprio bambino. La libertà di usufruire di progressi medici per evitare delle vere e proprie "condanne alla vita".
Vi sembra poco? Dobbiamo ignorare la salute di madri che fanno una scelta sofferta per colpa di inguaribili malattie genetiche? Dobbiamo fingere che non esistano ragazze adolescenti assolutamente impreparate? Ragazze tenute in ostaggio dal lavoro precario in uno stato che non presta le dovute assistenze?
Davvero dobbiamo scordarci che il Popolo Italiano si sia già espresso con un referendum, quando la medicina era comunque più arretrata?

Penso alle ostetriche, alle infermiere, ai dentisti(!) che prima degli anni '70 si improvvisavano chirurghi, per poi lasciare gravi menomazioni portando spesso alla morte le pazienti.

Non sono per nulla tranquillo, perchè temo che sotto la maschera del "diritto alla vita" si celino ipocrisia, vergogna e strategie politiche. Non sono tranquillo perchè si vuole barattare tutto questo a discapito del diritto alla salute.

A poche ore dalla festa di S.Valentino, tra fiori e cioccolatini, mi sembra bello pensare che non sia per forza necessario imbavagliare l'amore per rispettare la vita.
Il più delle volte, per evitare l'aborto basta un preservativo... ;-)

28 comments:

Baol said...

Secondo me stiamo per tornare al MedioEvo :(

Fabrizio said...

Già. Magari fosse un delirio fantasy: in un romanzo lo leggerei.
Ma è la dura realtà...

Fab

Anonymous said...

Sono daccordo col tuo punto di vista... però bisognerebbe anche controllarli, perchè c'è anche chi abusa dell'aborto, magari saranno delle eccezioni, magari no: per un controllo-emergenza che una mia amica ha dovuto fare (aveva un'emorragia), ci avevano spostato al reparto dove si fanno gli aborti, e lì nella stessa sala c'erano una ragazza con la madre e due coppie, una con una donna che aveva tentato per l'ultima volta possibile l'inseminazione artificiale (credo ci sia un limite, per la salute), nell'altra la donna si faceva passare per la terza volta dalla mutua l'aborto e sai perchè?perchè al ragazzo dava fastidio mettere il preservativo e a lei prendere la pillola....E immagina, chi doveva abortire tra la ragazza e la madre?
Con questo non voglio dire che sono contro l'aborto, perchè non è così e scusa forse sono andata off topic.
Ma forse bisognerebbe puntare più sulla prevenzione e sulla responsabilizzazione della gente, come al solito.
Ai

Fabrizio said...

Pienamente d'accordo Ai.
Ma non è una questione di aborto: quello è solo il fine-corsa.
Si tratta di cultura della prevenzione. Capire che bisogna usare la testa anche quando si ama.

Per questo secondo me il preservativo è uno dei metodi migliori per evitare l'aborto. E l'AIDS. E un sacco di malattie, per esempio.

Poi i casini possono succedere ugualmente, ma in proporzione le probabilità si riducono.

Per questo non approvo gli estremismi cattolici. Non considerano la possibilità del sesso senza figli e senza matrimonio. E' come se vivessero su un pianeta che non è il nostro.

Grazie mille per essere passata.
Guarda il link di Safe City, in fondo alla mia sidebar. E' un bell'esempio di come si possa informare sulla prevenzione, senza essere noiosi o banali.

Ciau

Fab

Licia said...

Quello che è successo è a dir poco scandaloso, ma a quanto pare il vento sta cambiando, e stiamo definitivamente diventando il paese dei sepolcri imbiancati.
Infatti, modificare la 194 non significa cancellare l'aborto; se l'aborto verrà proibito torneremo alle mammane, alle donne macellate clandestinamente, e saremo tutti contenti. Alla luce del sole non accadrà nulla, nei sottoscala la gente continuerà ad abortire. Ma a noi piace così, no?

Valberici said...

Ti quoto, ma son talmente disgustato dalla politica e dall' imbecillità della gente da aver perso ogni speranza.
Non so se andrò a votare :(

Fabrizio said...

@Licia:
ormai esiste un'Italia dei Noi e un Italia dei Loro. A LORO sì che piace così...
Come ha detto Sandrone, c'è un diffuso odore di sacrestia

@Val:
no no, io ci vado a votare e voterò Walter. Pur di non avere Berlusconi al potere, lotterei fino all'ultimo voto.
Il voto è l'unica arma che abbiamo.
Spuntata e arrugginita forse.
Ma vivo 'sti stronzi non mi ci prenderanno mai! :-D
Ido docet

minny said...

diofiga fabriz mi faccio di eroina per colpa tua!!!!!!!!!!!!!

Fabrizio said...

No, dai minny. Lo so che ogni tanto sono un tantino apocalittico, ma è un passo esagerato! :-D

Fab

P.S.: please, non bestemmiare sul mio blog. Io non mi formalizzo, ma mi rendo conto che può dare fastidio. Sono contro gli estremismi cattolici, ma senza scendere nella volgarità.
Thanks

Mab the Evil said...

Se si fa marcia indietro sulla 194 avremo cittadini di serie A e di sere B. Quelle di serie A (amichete di onorevoli, imprenditori, e chi ne ha più ne metta) andranno ad abortire in costosissime cliniche in Svizzera (occhio non vede... Santa Romana Chiesa non duole), quelle di serie B... be dovrebbero rimboccarsi le maniche, lo sanno tutti che nessuno ti regala niente e che i veri leader si sono fatti da soli!

E che diamine.

Ma poi al family day, non c'erano i detti cittadini di serie A??
Ah si c'era anche Fini, con l'amante incinta e pure il Pierferdi Casini (divorziato) e Berlusconi (divorziato).
Del resto senza questi paladini di coerenza e rettitudine morale, come faremmo a difendere i valori imprescindibili della famiglia???

Marco said...

puttanna la marosca, io mi faccio di superattack per colpa tua fabri!!!

Lipidus said...

diofiga non è una bestemmia
diomerda sì

imp.bianco said...

Qui bisogna andare in massa a votare per Veltroni...se no torna il nano malefico! Quello che è successo a Napoli è veramente scandaloso... il Signore Oscuro dei Sith ed i suoi seguaci stanno veramente stufando...

X-Bye

minny said...

diocavallino havete visto che cazzaccio è accaduto ha ronaldolo?
poverazzo!!!!!!!!
pero' un pochetto sello meritava dàaaaaaaaaai!!!!!!

diocavallino e' considerevole di bestemmiolina invece?

Lipidus said...

diocavallino è alla flanders
dio banana è più meglio!

Mirtilla said...

condivido le tue parole come donna e come mamma,forse perche'ho penato ad avere il mio bimbo,forse perche'ho avuto 2 aborti spontanei e la clinica in cui era ricoverata era piena di 16enni accompagnate dalle mamme o da donne che avevano "gia due figli"...sara'perche'li desideravo,ma vedere persone che prendono in giro la vita fa male..
mirtilla

Anonymous said...

E di che?io passo sempre di qui!ma spesso non lascio commenti...grazie per l'info e per la considerazione!davvero! :)

Lipidus, minny, marco: vi ha chiesto di non bestemmiare, perchè continuate?


Ai

Marco said...

ma diocane io non avevo bestemmiato!...ora sì però...

Anonymous said...

simpaticissimo...
Ai

Marco said...

grazie

luca righetti said...

ciao fab, grazie a chi cosa? mi sono perso qualcosa? sono un illustratore e ho finito da poco il corso di specialistica del DAMS a bologna, mi trovo bene e già ho lavorato un pochino nel campo come aiuto scenografo e ho lavorato alla sezione impianti luci per il teatro dell'uni, ho visto un pò di tuoi lavori..detto sinceramente non li apprezzo molto, ma il mondo è bello perchè è avariato come si dice, no? devo farmi un blog anchio però ho paura di tutti quelli che potrebbero venire a commentare male sul blog, sono un tipo piuttosto timido e ho paura di tutti quei fetentoni che verrebbero a cagarmi il cazzo sul mio sito...ora ci penso un attimo poi vedo se è il caso di farlo, tu che dici? mi dai qualche consiglio? magari non di disegno, grazie...invece per quanto riguarda il discorso sul tuo post ho solo una frase che potrebbe racchiudere l'essenza della questione, in quanto no molto credente diciamo così, tendenzialmente radicato nei sacri valori dell' anarco-comunismo mi trovo non solo daccordo con te ma aggiungerei : CHE SI LEVASSERO DAGLI ZEBEDEI QUEI FIGLI DI UNA CAGNA CATTOLICA OPPURE CHE INIZINO A RISPETTARE UN PO' DI PIU' IL NOSTRO LATO UMANO...CHE SI FACESSE IN CULO LA FESTA IMPOSTA DI SAN-CULAMO VALENTINO E A TUTTO QUELLO CHE CONCERNE...IN POCHE PAROLE FRASE CHE VOLEVO ESPRIMERE ERA QUESTA....


CLORO AL CLERO

un vecchio slogan un pò trito ma sempre efficace e mai anacronistico...buona giornata fab

Fabrizio said...

@Mab:
condivido tutto in pieno. Sto pensando ad una strana cosa. I cattolici votano Berlusca perchè "sì, va bene, è un PECCATORE, ma dall'altro lato c'è il DIAVOLO BOLSCEVICO in persona!!"

Non so se questa cosa mi faccia ridere o piangere.
Ma mi fa tanto venire in mente "Brazil" di Terry Gilliam

@Impo:
Fino all'ultimo uomo, fino all'ultimo voto!

@Mirtilla:
hai tutta la mia assoluta solidarietà. La storia della 16enne, che abortiva per la terza volta per non far usare il preservativo al ragazzo, mi ha lasciato basito. In primo luogo perchè non ci si può fare del male in questo modo. Davvero, come si fa a trattare così il proprio corpo? E poi perchè l'aborto NON è UNA CAZZATA. Secondo me è giusto che sia legale, ma non è per niente una cosa da prendere alla leggera. Secondo me quella ragazza avrà problemi di vario genere in futuro.
Sono storie come quella che rendono indispensabile la prevenzione.
Senza SE e senza MA

@Luca Righetti:
il blog serve a farti crescere un po' il pelo sullo stomaco. E' un confronto aperto. E' un punto per esprimere le proprie idee.
Se temi di mostrare i tuoi lavori in giro, forse è una buona cura. Anche perchè per quanto esistano clienti illuminati, ne esistono di maleducati e ottusi.
Trovare la forza per credere nelle proprie capacità è una "condicio sine qua non". Vale nel campo della progettazione e in molti altri...

luca righetti said...

grazie mille fab, ma tu come li trovi i clienti?, a bologna faccio abbastanza fatica, anche se da fuori molti pensano che sia la patria dei balocchi...qui non si trova la manna dal cielo...tantomeno il lavoro, è dura! veramente.hai dei contatti fissi oppure te li vai a cercare via etere? sarei curioso di sentire la tua opinione...grazie ancora...non vorrei essere ripetitivo e scortese ma alcune cose che ho visto nel tuo blog non me piacciono...sembra una mano da autodidatta, o hai fatto per caso qualche corso amatoriale? io vorrei dire di poter fare di meglio,ma con l'anatomia sono proprio negato, faccio ancora più cagare di te, preferisco concentrarmi sullo studio del colore e delle atmosfere...che è meglio( come diceva il mitico puffo quattrocchi)

minny said...

godsinger ma perche' c'è l'havete con io????!??
eppoi fabrix cancella le commenta che non ti impiacciono no?! quelli di bestemmiosi e di blasfemiciosi intendolo

Fabrizio said...

Ci sono molti professionisti che circolano intorno all'università. Da lì sono partito per creare i contatti.
Oppure via community varie.
A Torino il giro è buono. Ma se fai il freelance non sei tutelato un granchè. E' il far west. Alle volte sei pieno di cose da fare, alle volte stai a zero. Alle volte ti pagano bene, alle volte fanno i furbi e non ti pagano nemmeno.

Non ho fatto scuole d'arte prima del corso di laurea in Disegno Industriale. Ma l'anatomia lì non te la insegna nessuno. Un conto è disegnare un'auto, un espositore o un passeggino. Tutt'altra storia è il corpo umano. Io ho avuto la fortuna di lavorare con un direttore creativo di una grossa agenzia di pubblicità. Quello che so lo devo a lui e alla mia fronte, che non smette mai di sudare.

Per il resto, i gusti son gusti...

Fab

Marco said...

gli devi veramente pokissimo, dormi tranquillo
più che autodidatta sembra autistico

eko said...

fai cagare

sergio said...

condivido la tua non-tranquillità. ciao. sergio.
p.s. complimenti per il logo di notorious