Sunday, February 01, 2009

Sempre peggio




Lo sentite?
Per strada, ma anche dentro alle vostre case.

Quell'odore.

Emanato da ogni giornale, dai programmi televisivi, dalle dichiarazioni dei politici.
Amplificato dall'eco di ogni crimine, di città in città. Di periferia in periferia.
Cosa vorrà farvi quel nero dall'altra parte della strada?
E quegli straccioni, accampati alla meglio, non sono chiaramente una minaccia?
Sono dei disperati. Cani rabbiosi e affamati. Vengono a depredarci, a portarci via i nostri lavori e le nostre donne. Rubano. Rapiscono i bambini. Spacciano.
E poi ci odiano, lo sanno tutti. Noi italiani-brava-gente...
E allora? Che si fa? Possiamo starcene qui con le mani in mano? Li abbiamo votati i politici. Ci avevano detto che le cose sarebbero cambiate. Ce l'avevano promesso! Più poliziotti, più carabinieri, l'esercito, i carri armati. Qualsiasi cosa!
Ora dicono che i soldi non ci sono.
Così tutto resta sempre uguale. Non cambia nulla.
Ma allora hanno ragione i fascisti! Perchè quando c'era LUI queste cose non succedevano.
Noi lo sappiamo cosa si può fare. Li andiamo a prendere.
Tanto sono cani rabbiosi, quelli. Sono cattivi. Ci nascono così. TUTTI. Tutti uguali. Tutti diversi da noi.
Li andiamo a prendere. Ce la costruiamo noi la giustizia. Gliela facciamo vedere di che pasta sono fatti gli italiani...


Sopra l'odore di bruciato, ci avvolge un'essenza inconfondibile . Così forte che annebbia la mente. Va a braccetto con l'ignoranza e genera l'odio. E' una puzza abbietta e vomitevole, che avvelena il concetto stesso di umanità.


E' l'odore della paura.


2 comments:

imp.bianco said...

Non abbiamo imparato nulla...

X-Bye

Baol said...

Ecco cos'è questa puzza di merda che si sente in giro.

L'altro giorno, ho fatto lo sbaglio, in edicola, di buttare l'occhio su "il Giornale", c'era un fondo di Renato Farina, hai presente? La spia, quello che si faceva chiamare Betulla ecco, ha scritto sto cazzo di fondo (e mai termine fu più adeguato) sulla notizia che una macelleria gestita da un rumeno era stata oggetto di bombe carta e lo aveva intitolato "Sono dei malviventi ma..." (O una cosa del genere, del "ma" sono sicuro); insomma cercava una specie di giustificazione...

Anche oggi, in tv, alla notizia di questa immane porcata che segnali, c'è chi ha detto che non era per motivi razziali...noooooo...gli stava semplicemente sul cazzo...

Boh, ho paura anche io e tanta

Un abbraccio