Thursday, November 19, 2009

Ariano Natale






A Coccaglio, in provincia di Brescia, il sindaco ha lanciato l'operazione "White Christmas", dove il bianco non si riferisce alla neve, ma al colore della pelle preferito dalla giunta di centro-destra.
L'obbiettivo è quello di "fare pulizia" perchè, secondo l'assessore alla sicurezza, "il Natale non è la festa dell'accoglienza, ma della tradizione cristiana, della nostra identità".
Probabilmente della LORO identità. L'operazione non ha nemmeno ragioni legate alla criminalità, visto che il tasso a Coccaglio sembra essere bassissimo.
La presenza di extracomunitari nel comune è cresciuta in dieci anni, passando dai 177 a 1562 individui, ma restando comunque nella legalità. L'incremento si può spiegare solo con il lavoro che gli extracomunitari trovano nelle aziende agricole e nelle industrie vicine.
Ergo, caro negher, ci vai bene per sgobbare, ma non per dividere il panettone.

Non so voi, ma io lo spirito del natale lo ricordavo diverso.

Mi secca seriamente la strumentalizzazione politica che viene fatta del natale.
Mi secca anche l'ipocrisia di gente che commenta sul sito di Repubblica, all'insegna del "Ma non potevate farlo dopo natale, che non sta bene?".
Mi secca che all'alba del 2010 il mio paese, che pare sia tra le più sviluppate democrazie occidentali, si dimostri ancora intollerante, discriminatore e fascista.

Forse a Coccaglio dovrebbero vedere questo sito, questo video e quest'altro che vedete qua sotto.
(Ma tanto, che glielo spieghi a fare...)





P.S.: la foto delle palline di natale naziste le ho prese da questo blog, che mixa post sul fashion e il lusso ai link a casapound e agli zetazeroalfa.
Adesso essere fascisti, violenti e discriminatori è diventata una cosa chic?


7 comments:

licia said...

Nausea e vomito. Soprattutto per lo squallido giochino di parole White Christmas, che mi fa tornare in mente la scritta White Power, con tanto di svastica al fianco, che troneggiava su una roulotte di nomadi vicino casa mia.
Roba che se non fosse che non giustifichi la violenza in nessun caso, sarebbe da andare là e pigliarli a cazzotti gli ideatori di questa bella pensata, ma poi finiresti ad abbassarti al loro infimo livello.
Ripeto: schifo.

Fabrizio said...

Anche a me è venuto in mente il White Power. E ho avuto la stessa sensazione di schifo.

Che poi non è nemmeno una questione di infimo livello, secondo me. Perchè se ce li levasse via dai coglioni una volta per tutte, la sosterrei pure.
Uno si abbassa una volta e mai più.
Non sarà mai la stessa cosa, per chi conosce la differenza tra la violenza e confronto civile.

Il problema è puramente tecnico o strategico, se vogliamo.
Che la violenza non è una via definitiva, ma è legna sul fuoco. Porta ad altra violenza ancora.

Per questo ci incazziamo. Perchè abbiamo la reazione di schifo, vorremmo asfaltargli il cranio di mazzate e ci rendiamo conto che peggiorerebbe solo le cose.
E ci sentiamo impotenti...

Baol said...

Se l'Italia è tra le più sviluppate democrazie occidentali ho paura a chiedere quali sono le meno...

Siamo sempre meno Fab...sempre meno...


E comunque, visto il blog da cui hai preso la foto...ah, da loro vai e da me no?! Sono offeso, molto molto offeso


:P

Fabrizio said...

Potevo mettere il link al tuo blog, ma non so se saresti stato contento, considerando l'argomento.

Tuttavia, avresti sempre potuto confermare che le svastiche ti stanno sulle palle... ^__^

Baol said...

Hahahahahahaha...giusto...hahahahahahahah

said...

Un invito a tutti gli uomini e donne di buona volontà, possibilmente "di colore" (e per chi è "troppo bianco", va bene il cerone) a festeggiare il "Black&White Christmas", in piazza a Coccaglio, il giorno di natale.
TUTTI A COCCAGLIO IL 25 DICEMBRE!

Fabrizio said...

Ecco, se sai dirmi di più, spargo la voce sul blog