Saturday, February 06, 2010

Poi dicono che gli strani siamo noi.






Noi inteso come lettori accaniti di fumetti.

L'altro giorno sono passato al 901 Comic Resort. Breve excursus sulle mie abitudini fumettistiche. Da quindici anni sono cliente di Figuriamoci, che è una fumetteria fighissima, piccolina, con due librai molto professionali. Tuttavia, ho sempre mantenuto una parte dei miei acquisti in edicola. Non so, il gusto dell'acquisto di impulso, cose così. Purtroppo, però, da quando ho traslocato son sorti problemi. Prima avevo un'edicola fornitissima esattamente davanti casa. Ora ho scoperto che a Torino nord le pubblicazioni DC Comics sono praticamente inesistenti. Così ho dirottato i miei ex acquisti in edicola al 901, per la soddisfazione del mio amico Vittorio.
L'altro giorno, dicevo, sono passato là per comprare il numero 30 di Batman. E visto che il 901 è grande e fornito, ho iniziato a spulciare la roba che c'era. Ero inginocchiato che sfogliavo un classico anni '70 di Bats, quando nel negozio entra un tizio. Giubbottone rosso da babbo natale, capelli radi e sguardo puntuto che scruta l'orizzonte. Si dirige verso il negoziante, si guarda all'orizzonte per scoprire se c'è abbastanza privacy e poi gli fa:
"Mi scusi, evete qualcosa di haVd?"
"Cosa?"
"Qualcosa di haVd..."
Il negoziante resta un attimo interdetto, poi intuisce:
"Ah, lei cerca dei fumetti HARD."
"Sì quelli."
"In fondo a destra."
Il tizio sparuto si inoltra, ma sembra intimorito dallo sguardo delle minacciose action figure. "Vada, vada" gli dice il cassiere, per rassicurarlo. Io sono mimetizzato dietro lo scaffale della DC, che cerco a stento di soffocare le risate.
Dopo qualche minuto Giubbottone Rosso si avvicina alla cassa.
"Questo quanto costeVebbe?"
Il negoziante gli dice il prezzo. Il tizio bofonchia indeciso, poi lo riporta indietro. Poi ne porta un altro, si fa dire il prezzo e lo riporta indietro. Va avanti così per dieci minuti e alla fine se ne va via senza compVaVe nulla.
Io e il cassiere ci scambiamo uno sguardo che dice tutto.

Poi dicono che gli strani siamo noi, lettori di fumetti.




3 comments:

imp.bianco said...

Una volta che vengo a Torino mi ci devi portare :D

Poi io ti porto nella mia quando vieni a Monterotondo ^^

X-Bye

Fabrizio said...

Ok, buono scambio!

Fed said...

Io dalle mie parti di fumetterie decenti da barattare non ne ho: la prima davvero figa è appena oltre il confine delle Marche.
Vale lo stesso?
Comunque più mi guardo intorno e mi rendo conto che noi nerd alla fine siamo quelli meno strani!