Saturday, April 17, 2010

Presentazione di Sanctuary alla Libreria 451







Se ci fosse un'iniziativa "adotta una autore fantasy" i ragazzi di Radio Impronta Digitale sarebbero in prima fila. Laura e Clo di Fantasy On Air mi hanno "adottato" dal giorno della trasmissione ed è con questo spirito che è stata fatta la presentazione di giovedì sera.

E' stata la mia prima presentazione.
Non sapevo cosa aspettarmi, non sapevo se essere teso o meno, semplicemente non sapevo. Alla fine è andata bene. C'erano una decina di persone, tra ascoltatori della trasmissione e scrittori underground. Ancora un po' di lentezza per far arrivare le copie in libreria, ma confido che il nuovo distributore risolverà presto il problema.
Si è parlato di "Mirror Blues", si è parlato di Katrina, di Robert Johnson e di blacksplotation. Si è parlato del ruolo della narrazione fantastica e dell'essere autori sovversivi.
Si è parlato di altre belle opere, come "Wunderkind", "Zeferina" ed "Estasia".
Mi hanno addirittura chiamato "scrittore", facendomi quasi arrossire.
Insomma, è stata una gran bella serata.

Grazie a Laura e a Clo, allo staff della Libreria e alla gente che ha avuto la pazienza di ascoltarmi.
E grazie ancora ad Anna, che ha scattato questa ed altre foto. Potete trovarle in giro per Facebook.

Ci vediamo al Salone del Libro!



(EDIT)

Dopo l'abbandono di Facebook da parte di Sandrone c'è un gran parlare di presentazioni e social network. Sono utili oppure no? Fanno bene agli scrittori? Deprimono? La tesi è che gli amici di Facebook siano un po' "gli amici del buon tempo": ti chiedono di essere aggiunti per promuovere i loro lavori e non per stringere dei veri contatti.

E' per questo motivo che io ignoro una marea di friend request e adesioni a fan page.
E' per questo motivo che rispondo "NO" se c'è un evento a cui non vado e rimuovo dalla lista quelli che non mi interessano.

Capisco i punti di vista di Sandrone, Licia e Francesco. Li condivido in pieno.
Ma io sono bombardato di spam su Facebook.
La maggior parte proviene da autori che hanno scritto a malapena le istruzioni del videoregistratore. Continuo a ignorare inviti a fan page e ad eventi di cui non mi importa nulla. Nonostante questo, continuo a riceverne. Ininterrottamente. Dalle stesse persone!
Ci sono autori che non distinguono tra fan page e profilo personale, così ci si ritrova dozzine di status doppi che inquinano la home.
Poi, dopo queste campagne di spam, si lamentano sui loro blog perchè gli "amici" non si precipitano ai loro appuntamenti.

Magari se ci fosse più cura nella diffusione di informazioni, a monte e a valle, il problema si risolverebbe da solo.
Altrimenti va a finire che i bravi autori come Sandrone mollano Facebook e lasciano le fan page in gestione ai PR. L'occasione di uno scambio diretto, maturo e intelligente con gli scrittori va a farsi friggere e alla fine ci resta solo lo spam.




2 comments:

licia said...

come non essere d'accordo...a me arrivano inviti a Rocca Cannuccia quanto è noto urbi et orbi che abito a Roma e mi muovo poco causa pupa.
Anyway, ripeto, FB è buono per tenere contatti con gli amici veri; la promozione la faccio sul sito e sul blog. Sandrone ha provato qualcosa di diverso, avesse funzionato sarebbe stato bello, ma purtroppo non funge perché internet tira fuori il peggio dalle persone.
Comunque, veniamo alla vera ragione per cui commento :P: ma hai il cappello più figo della storia!!!

Fabrizio said...

^___^

Noi autentici fan del borsalino.

Sabato scorso ero a una festa e una tizia mi ha fatto i complimenti per il cappello. La gente ha smesso di guardarmi strano per strada e il borsalino è diventato di gran moda.

Ergo, cara Licia, sei una trend-setter!

Peccato che non facciano mai i complimenti al mio cappello per la testa che indossa... :P