Wednesday, May 12, 2010

Non mangiavo un gelato col cono dal 2006






Detto così potreste pensare che abbia fatto un fioretto, pur di far vincere Cannavaro e soci. Invece i miei quattro anni senza cono erano dovuti alla celiachia, che ho scoperto poco dopo aver festeggiato la Coppa del Mondo e sulla quale, nonostante i quattro anni passati a informarmi, trovo sempre qualcosa che non so.
Ad esempio i problemi di tiroide.
Pare che siano normali per i celiaci. Io ho perso 4 chili negli ultimi 4 mesi e pensavo fosse depressione.

Comunque, il motto di oggi è "meglio un celiaco in casa che un cilicio alla coscia".
Intanto io mi godo il gelato...


2 comments:

dirittoincivile said...

Da intollerante al lattosio (ok, non è la stessa cosa, ma è pur sempre una rottura) ti capisco.

Soprattutto dopo aver scoperto che i gelati alla frutta non contengono latte. Di solito (è il "di solito" che mi frega sempre).

Buon w.e.!

Clarinette

Fabrizio said...

Ah, Clarinette, ma tu mi mandi a nozze, perchè prima del 2006 - ovvero prima di scoprirmi celiaco - si credeva che avessi un'intolleranza al lattosio.
Ergo, mangiavo anche io i gelati alla frutta e anche adesso non esagero con gli altri, perchè dopo 20 senza latte, ho due enzimi di lattasi in croce.

Sono un'enciclopedia medica vivente, io, altro che l'omino dell'allegro chirurgo...