Friday, November 05, 2010

View Conference 2010: intervista a Luca Morena di iCoolhunt







Avete mai sentito parlare dei cool hunters? Trattasi di tizie e tizi che girano il mondo a caccia di nuove mode e nuove tendenze, per influenzare e offrire spunti a stilisti, pubblicitari e comunicatori.
Potremmo dire che sono dei cacciatori di creatività.

iCoolhunt, la nuova applicazione per iPhone, realizzata dai fratelli Luca e Alessio Morena, trasforma questa professione in una grande caccia al tesoro, praticabile da chiunque possieda uno smartphone.
Si inizia iscrivendosi a questo social network location based. Da quel punto in poi, si possono postare le foto di oggetti, eventi e comportamenti e renderli visibili e votabili da tutti gli appartenenti alla community.
Più le tue foto piacciono, più la tua reputazione cresce. Allo stesso tempo, è possibile realizzare una vera e propria mappa dei luoghi più creativi di tutto il mondo, in continuo aggiornamento.

E' la morte del coolhunter professionista?
E' possibile che le aziende entrino nella community e la usino per fare spam o astroturfing?
E infine, c'è il rischio che consolidare i trend cancelli i trend stessi e generi un appiattimento di creatività?
A queste e ad altre domande risponde Luca Morena, co-fondatore del progetto, intervistato durante la View Conference.

Chi è che fotograferà per primo la home page del mio blog e la posterà su iCoolhunt?
Ma soprattutto, quanto mi somiglia la mascotte del Guru che segna il punteggio più alto del gioco?
;)

2 comments:

Baol said...

A me capita spesso che mi prendano per il cool, vale?

Fabrizio said...

Beh, io ad esempio il cool di Megan Fox lo voterei per principio...