Thursday, April 29, 2010

Un ingegnere è per sempre.


Mi scrivono sulla mail del Politecnico:

"Ciao straniero.
Molto tempo che volevo fare la conoscenza con un uomo su Internet, ma non ha il coraggio di farlo. Dal momento che non ho fiducia l'amore su Internet. Ma la mia ragazza incontro un uomo su Internet, e si sposarono. Ora hanno una famiglia felice. Spero anche che posso trovare l'amore qui. Mi auguro che tu sei un uomo, di cui ho un sogno! Ed e mia speranza che si vada a scrivere di me. Probabilmente - il destino? Io credo nel destino, e spero che Dio mi aiutera a trovare un uomo decente. Forse questo e si!
Questo - un po 'su di me: io sono - uno snello, occhi azzurri bionda. Io sono laboriosi e mi piace cucinare. Sono una ragazza modesta e non mi piace conflitti. Ebbene, questo io, e io vi scrivero piu su di me nella prossima lettera. Spero vivamente di ricevere la vostra risposta.

La mia e-mail: odeyalo222@lavabit.com

scrivimi a questo indirizzo, e non posso inviare piu delle mie foto. Non vedo l'ora di attendere per la Sua lettera.
Vi auguro una piacevole giornata, spero che la mia lettera per migliorare il tuo stato d'animo.
Cordiali auguri a te, Tatyana."


Ecco la foto in allegato:




Va bene che Natasha Stefanenko è un ingegnere metallurgico.
Va bene che l'italiano medio vuole una moglie playmate, tettona e che non rompe i coglioni.

Ma in Russia che idea hanno degli ingegneri italiani???


Ho l'impressione che Enrico Papi lo vedano anche da lì...




Monday, April 26, 2010

L'attesa.






E' l'attesa che ti frega.
Quella del padre, fuori dalla sala parto, mentre la donna che ama dà alla luce suo figlio.
L'attesa del bambino, che ha combinato un guaio e non sa quando i genitori lo sgrideranno. L'attesa dello stesso bambino, cresciuto, chino sul letto del padre prima dell'ultimo saluto.
L'attesa dell'amante, quella dei risultati degli esami, quella di una fine triste o di un nuovo inizio.
L'attesa mette alla prova le pazienze e tortura gli animi irrequieti, come il mio; probabilmente è per quel motivo lì che arrivo sempre in ritardo.
L'attesa è una stronza ambigua
Nè prima, nè dopo.
Nè ieri, nè oggi.

Nè ora, nè mai.



Saturday, April 24, 2010

Gremlins scatenati





Se avete visto il film, ricorderete che in Gremlins 2 i mostriciattoli prendono il controllo di una stazione televisiva. Sacha Feiner si è immaginato che le bestiacce potessero invadere anche i film trasmessi dalla rete TV. Ne è uscito un fan-movie fenomenale, in cui i Gremlins vanno a rompere le palle a Batman, a Indiana Jones e ad altri.
Per questa clip di sette minuti, Feiner ha ricreato e animato tutti i pupazzi, sbattendosi per due mesi di lavoro ininterrotto.
Un giovane e volenteroso genio!


Friday, April 23, 2010

Quando ti prende la follia nerdoide.





Pare che in questi giorni mi giri così. Mettetevi il cuore in pace e fatevi due risate. C'è ancora un post buono anche per domani, sulle follie nerdoidi.

Ecco i film che voi umani non osereste immaginare...













Thursday, April 22, 2010

Celebrity Deathmatch







Il re è nudo e lo sapevamo già.
Ma vedere questa gente che si dimostra per quello che è, mi mette sempre allegria.
Certo, prima di mettere mano allo spumante ce ne vuole.
Ma provate ad ascoltarvi la lite tra i due con la canzone di Morandi in sottofondo...






Wednesday, April 21, 2010

Se i Nazgul ci avevano le shpate lazer!




Ci sono momenti particolari nella vita di un nerd. Momenti in cui fantasie fissate e senza controllo si scatenano, al suono di una frase semplice come: "nooo, ma tu pensa se..."

La Nerdaggine acuta genera mostri.
E io questi mostri li adoro!


Tuesday, April 20, 2010

Gollum e la Miosfera





Vi piace questo bel figuro qui sopra? No? Lo capisco, non fa impazzire nemmeno me.
Ma Gollum è quello che vediamo nello specchio quando si parla di ambiente: siamo un po' tutti come lui.
Certo, i politici italiani sono insuperabili. Ma il resto degli italiani? Dorme, mentre gli privatizzano l'acqua e gli infilano la centrale nucleare sotto casa.
Solo, non cambiategli canale...

La Miosfera me l'ha presentata oggi Stefano Benni, da questo link.
Benni è geniale, irriverente e graffiante. Una volta usava le iperboli, adesso non se le può più permettere. No, la sua fantasia non è scemata, è che l'iperbole è diventata quotidianità. La realtà è stata sostituita dal surreality.
Vi cito un pezzo dell'articolo:

"Il vulcano, dicono gli scienziati, non è una malvagia anomalia, ma un motore della biosfera. In questo caso il prefisso "bio" viene usato seriamente: ma ormai non c'è prodotto che non esibisca queste tre lettere come pennacchio. Da biogas si è passati a bioyogurt, biomassaggio, biodentifricio e anche biopannolino per bioculi grandi e piccini. Quando si tratta di vendere, sono tre lettere magiche. Quando però si parla di biosfera, cioè di un organismo che non si può vendere, ma che si dovrebbe difendere dalla sfrenatezza economica, il discorso cambia. Ogni istanza ecologica diventa biochiacchiera apocalittica. E i giapponesi con cinica serietà scientifica ci informano che la crisi totale della biosfera è già in atto, e scommettono chi sul 2013 chi sul 2050. Non è un dubbio cosmico come "chi vincerà lo scudetto", ma varrebbe la pena di rifletterci.
Fortunatamente per i dirigenti italiani le tre lettere sacre non sono bio, ma "mio", la miosfera del privilegio e dell'impunità. Quel vulcano è un rompiballe, che probabilmente ha dentro al cratere un ritratto di Che Guevara. Dimentichiamolo in fretta."


Ma non siete stufi di tutti questi Gollum che girano per la Miosfera?


Sunday, April 18, 2010

L'insostenibile inconvenienza del superfuo fumettistico







Vedo una vignetta.

Una vignetta che fa cagare, ma è spacciata sul blog di un bravo autore italiano come oro puro. Ora, io sono un signor nessuno.
Un Autentico Signor Nessuno.
Ma pur essendo un nessuno, so riconoscerla una vignetta che fa cagare. Magari è un francobollo, è solo un piccolo particolare. Ma fa comunque cagare.
E allora io mi chiedo: tra tutte le vignette di quella storia, perchè dovevi postare proprio quella?!



Saturday, April 17, 2010

Presentazione di Sanctuary alla Libreria 451







Se ci fosse un'iniziativa "adotta una autore fantasy" i ragazzi di Radio Impronta Digitale sarebbero in prima fila. Laura e Clo di Fantasy On Air mi hanno "adottato" dal giorno della trasmissione ed è con questo spirito che è stata fatta la presentazione di giovedì sera.

E' stata la mia prima presentazione.
Non sapevo cosa aspettarmi, non sapevo se essere teso o meno, semplicemente non sapevo. Alla fine è andata bene. C'erano una decina di persone, tra ascoltatori della trasmissione e scrittori underground. Ancora un po' di lentezza per far arrivare le copie in libreria, ma confido che il nuovo distributore risolverà presto il problema.
Si è parlato di "Mirror Blues", si è parlato di Katrina, di Robert Johnson e di blacksplotation. Si è parlato del ruolo della narrazione fantastica e dell'essere autori sovversivi.
Si è parlato di altre belle opere, come "Wunderkind", "Zeferina" ed "Estasia".
Mi hanno addirittura chiamato "scrittore", facendomi quasi arrossire.
Insomma, è stata una gran bella serata.

Grazie a Laura e a Clo, allo staff della Libreria e alla gente che ha avuto la pazienza di ascoltarmi.
E grazie ancora ad Anna, che ha scattato questa ed altre foto. Potete trovarle in giro per Facebook.

Ci vediamo al Salone del Libro!



(EDIT)

Dopo l'abbandono di Facebook da parte di Sandrone c'è un gran parlare di presentazioni e social network. Sono utili oppure no? Fanno bene agli scrittori? Deprimono? La tesi è che gli amici di Facebook siano un po' "gli amici del buon tempo": ti chiedono di essere aggiunti per promuovere i loro lavori e non per stringere dei veri contatti.

E' per questo motivo che io ignoro una marea di friend request e adesioni a fan page.
E' per questo motivo che rispondo "NO" se c'è un evento a cui non vado e rimuovo dalla lista quelli che non mi interessano.

Capisco i punti di vista di Sandrone, Licia e Francesco. Li condivido in pieno.
Ma io sono bombardato di spam su Facebook.
La maggior parte proviene da autori che hanno scritto a malapena le istruzioni del videoregistratore. Continuo a ignorare inviti a fan page e ad eventi di cui non mi importa nulla. Nonostante questo, continuo a riceverne. Ininterrottamente. Dalle stesse persone!
Ci sono autori che non distinguono tra fan page e profilo personale, così ci si ritrova dozzine di status doppi che inquinano la home.
Poi, dopo queste campagne di spam, si lamentano sui loro blog perchè gli "amici" non si precipitano ai loro appuntamenti.

Magari se ci fosse più cura nella diffusione di informazioni, a monte e a valle, il problema si risolverebbe da solo.
Altrimenti va a finire che i bravi autori come Sandrone mollano Facebook e lasciano le fan page in gestione ai PR. L'occasione di uno scambio diretto, maturo e intelligente con gli scrittori va a farsi friggere e alla fine ci resta solo lo spam.




Thursday, April 15, 2010

Iron Man contro Bruce Lee!







Quello che in Iron Man 2 non vedrete mai, ovvero che non ti serve un' armatura fantascientifica se sei il più grande maestro di arti marziali al mondo.
Guest stars: Sean Astin ed Elijah Wood e non chiedetemi come ci sono finiti.

Il video è del fumettista e regista franco-canadese Patrick Boivin.
I filmati di Patric sono pieni zeppi di ironia e sense of wonder.
Qui sotto un paio di altri filmati, anche interattivi. Il resto lo potete trovare sul suo canale di You Tube
.












Vi ricordo che stasera alle 21.00 mi troverete alla presentazione "Immaginazione e Realtà nel Fantasy", alla Libreria Linea 451 in via Santa Giulia 40/a, Torino



Wednesday, April 14, 2010

Realtà e immaginazione nel Fantasy





Come vi dicevo, la presentazione di domani sera.
Dal comunicato stampa:


Rito Culturale @ Libreria Linea 451


Riprende anche nel 2010, e per il terzo anno consecutivo, il “Rito Culturale”, progetto a cura di Giovanni Schiavone.

Giovedì 15 aprile 2010, alle ore 21.00, presso la libreria Linea451 di via Santa Giulia 40/a, Torino, si svolgerà l’incontro dal titolo “Realtà e immaginazione nel Fantasy – Presentazione di “Sanctuary, l’antologia italiana di racconti urban-fantasy (AA.VV.)”, che vedrà l’intervento di Fabrizio Furchì, uno degli autori presenti nell’antologia, e di Laura Fanucci di Fantasy On Air.

L’ingresso è gratuito, la Libreria Linea451 mette a disposizione il suo spazio per farci trascorrere un paio d’ore all’insegna della conoscenza.

Info: http:rito-culturale.blogspot.com
ritoculturale@gmail.com

Libreria Linea 451, via Santa Giulia 40/a, Torino
Giovedì 15 aprile 2010, ore 21.00


Rito Culturale è un progetto a cura di Giovanni Schiavone.



Siete tutti invitati.

Tuesday, April 13, 2010

Fantasy On Air e spin-off





Devo ammetterlo, ero abbastanza nervoso quando sono entrato in Radio.
Prima presentazione, senza sapere effettivamente in quanti avrebbero ascoltato le mie parole. Nella mia testa c'era un numero indefinito, qualcosa tipo "un bel po'".
Poi c'era la questione di essere esordiente e diventare improvvisamente il portavoce dell'antologia.
"Meno male che ci sarà Luca Azzolini in collegamento" mi dicevo. Una fava: il destino ha cimito la scheda audio di Luca poco prima di andare in onda. Ma non ho fatto in tempo a preoccuparmi, praticamente mi trovavo già lì con il microfono davanti a dover spiccicare qualche parola. Almeno a monosillabi.

E alla fine è andata bene. Laura, Clo e Mushi sono stati fantastici e mi hanno "sgelato". Certo, io sono ultra-logorroico e il mio amico Riccardo - che mi conosce bene e ascoltava da casa - si è ben reso conto di quanto fossi teso.
Ma è inutile stare lì a fare tanti resoconti.
Se vi siete persi la puntata e siete curiosi, potete riascoltarla dall'archivio di Fantasy On Air. Dura un'ora e trenta e c'è una playlist con tanta buona musica (AC/DC, Subsonica, Blues Brothers e altro ancora). Una colonna sonora perfetta per scoprire tutto, ma proprio TUTTO il dietro le quinte del mio racconto su Sanctuary.
Ispirazioni, esperimenti e anche qualche cazzata.

Dicevo che è andata bene e infatti abbiamo deciso di fare il bis:
giovedì Laura mi intervisterà ad una presentazione, che prenderà le misure da Sanctuary per arrivare a parlare di immaginazione e realtà nel fantasy.
Insomma, una bella occasione per portare avanti quel lavoro che accomuna i blog e i pensieri di molti autori e lettori del fantastico.

Fatemi gli auguri...


P.S.: vi state chiedendo che cosa ci faccia la fatina sexy all'inizio del post? E' venuta fuori cercando "fantasy on air" su google. Buttatela via... ;)



Ok, vi sono mancato?




Spero di sì.
Vi chiedo scusa per tutti questi giorni di assenza sul blog. Gli stats saranno colati a picco, ma son stati giorni turbolenti in cui avevo molto da fare e poco da scrivere.
La vittoria elettorale dello xenofobo Cota non mi ha messo sicuramente di buon umore.
Ma la verità è che sono stato impegnato su un po' di disegni, tra cui la cover di un nuovo volume fantasy della Montag. Si intitola "Ashant" e appena mi daranno il via - penso tra due settimane - ve ne parlerò.

C'è stata l'intervista a Fantasy On Air, che ha generato degli spin-of e a cui magari dedico un post a parte.

Infine c'è stata Torino Comics. Ho potuto conoscere quel genio di Scott McCloud, Fabiana Redivo è venuta a trovarmi e ho VINTO UNA FAVOLOSA TAZZA DI "KILL THE GRANNY".
Quando si dice culo...

Insomma, sono stati giorni impegnativi e anche molto piacevoli.
Da oggi si torna a trasmettere ;)

P.S.: l'immagine all'inizio viene dal portfolio di Christopher Lee, che a dispetto dell'omonimia è un graphic designer. Pure bravo, direi, quindi fategli una visita.